E SEI DI CASA CON HOUSE TRAVELLING

Cultura generale napoletana – Gergo in pillole: Fittiare!

Quando uno sguardo vale più di mille parole.

Fittiare vuol dire guardare con insistenza una persona cercando di farle capire con gli occhi il messaggio che le si vorrebbe inviare.
“M’ha fatto na fittiata” in particolare si usa quando un napoletano vuole conquistare una bella napoletana, o una napoletana vuole conquistare un bel napoletano, o un bel napoletano vuole conquistare un bel napoletano, o una bella napoletana vuole conquistare una bella napoletana! Se cerchi di fittiarti una persona che ti piace e questa non ricambia lo sguardo si dice che “nun vò fà carte” oppure che “he’ pigliato nu palo!”, entrambe da intendersi in senso figurato ovviamente! Se invece la persona interessata ricambia la fittiata si dice che “c’ ‘o vvò” e probabilmente ne consegue la possibilità di quagliare, ovvero riuscire ad ottenere un appuntamento e magari ammoccarsi: darsi un bacio … di quelli veri!

Il verbo fittiare viene utilizzato, soprattutto in questo periodo dove la crisi incombe, anche nei confronti delle cose che si desiderano ma che non ci si può permettere, “sono mesi che mi sto fittiando quella collana”. Del resto fittiare deriva dal latino “fingere”: colpire da lontano; proprio come avviene la fittiata, una guardata che non dà troppo nell’occhio (degli altri, non di chi ti stai fittiando!).

Fittiare non si associa solo a piacevoli eventi, ci sono loschi figuri che se vi fitteano troppo potrebbero star lanciando una provocazione.
In quel caso un consiglio spassionato è di … nun fa carte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *