E SEI DI CASA CON HOUSE TRAVELLING

Suonano le trombe dal Basso di House Travelling

Rieccoci di nuovo nel nostro Basso di House Travelling a raccontarvi d’esibizioni e d’emozioni, di allegria e spensieratezza. Questa introduzione, che sembra uscita da una canzone di Claudio Baglioni, è il sunto di quello che accade puntualmente nei nostri eventi ‘Spinta dal Basso’, un’alchimia tra l’artisticità partenopea, la gastronomia genuina e il buonumore dei convitati.

Questa volta è toccato a Ciro Riccardi intrattenere gli astanti durante il brunch apparecchiato nel cortile del vico San Pietro a Majella: il musicista e componente del gruppo jazz-rock Slivovitz ha musicato l’appuntamento attraverso le note fuoriuscite della sua tromba, presentando il suo ultimo lavoro ‘Racconti di vinile’, una splendida incursione nelle sonorità lontane e nelle tradizioni popolari, frutto del suo eclettismo artistico e delle tante formazioni musicali di cui il trombettista faceva e fa parte.

Ad aumentare “il carico di meraviglia” con cui abbiamo accolto le persone, è stata la cucina ibrida di SoulCrumbs – in collaborazione col Centro di alimentazione consapevole – caratterizzata dalle influenze culinarie mediterranee, nordiche ed asiatiche: cibi peculiari e deliziosi, e soprattuto pane di semola e pani a lievito madre e fermentazioni spontanee prodotti con farine selezionate.

Insomma, tutto pur di far ritornare a casa gli invitati con orecchi e stomaci pieni.

Ciro Riccardi è un altro importante artista che ha partecipato alla nostra ‘Spinta dal Basso‘ e concludiamo questo articolo omaggiandolo con le sue stesse parole, perché anche noi, come lui, ci sentiamo dei cantastorie che raccontano quel che accade nel nostro basso.

«I vinili, per decenni, sono stati narratori di mondi. Portavano in giro idee nate dall’altra parte dell’oceano, rendendo meravigliose le musiche che prendevano vita a un passo da casa nostra; e anche ora, con il loro sapore antico, ci dicono molto del nostro passato, dei mondi che abbiamo sognato. Come succede con quei dischi, anche a me attraverso la musica piace raccontare storie, con le loro suggestioni e i loro personaggi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *