E SEI DI CASA CON HOUSE TRAVELLING

L'affascinante mondo della cucina greca

La tradizione gastronomica della Grecia è parte della antica cultura che caratterizza questa terra. Carne e pesce sono alla base della alimentazione, accompagnati da vegetali e formaggi. I dolci, invece, hanno riconosciute influenze dal mondo mediorientale.

Le portate della cucina greca si distinguono da quelle italiane, per i greci antipasti e primo sono in unico piatto, segue la seconda pietanza accompagnata da verdure e formaggi. Si chiude con il dolce, in Grecia non manca mai! Il caffè invece si serve lontano dai pasti.

Un buon pranzo greco parte con i mezedes, assaggi di pietanze che possono essere state cucinate per essere degli antipastini, ma anche degli anticipi sui piatti principali. Sono a base di carne, pesce, vegetali, pizzette e calzoncini ripieni. Spesso arricchito con creme di melanzane (melizanosalada), aglio e cetriolo (ziaziki), uova di pesce (taramosalada). Non di rado le mezedes sono anche consumate in orari prepasto (aperitivi italiani) accompagnati da Ouzo (liquore all’anice) specialmente trattandosi di mezedes a base di pesce. L’ozuo, il rakì, lo zippuro sono i liquori di accompagnamento alle mezedes.

Riportiamo i nomi dei piatti principali a base di carne della cucina greca sono: Gyro, Souvlakia, Keftedes, Kokorezi. Tra i piatti a base di pasta e vegetali vi segnaliamo la Makaronia me kimà e la Mussakà.

Tra i formaggi principali vi segnaliamo l’inconfondibile yogurt, servito come dessert con il miele e la Feta, pur avendo oramai assunto un carattere di produzione industriale e’ riuscita a mantenere piu’ o meno il sapore originale.

Passiamo a dolci! 😀 La maggior parte di essi hanno le proprie radici in Turchia, dove si sono sviluppate tecniche dolciarie importate successivamente in Grecia. Fra i più noti ci sono il Baklavà, il Kadaifi, il Galatobureco e i Kurabiedes.

Non abbiamo dimenticato gli ottimi vini della Grecia, il più famoso è la Retsina, bianco secco, poi ci sono l’Assyrtiko, Moscophilero, Moscato Bianco, Robola, Roditis e Savatiano, e i rossi come Agiorgitiko, Kotsifali, Limnio, Mandelari, Mavrodaphne, Negoska, Stavroto, Krassato e Xynomavro.

Buon pranzo e buona Grecia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *