E SEI DI CASA CON HOUSE TRAVELLING

Ma dove vai, bellezza in bicicletta? Ad Amsterdam!

Quante volte avrete sentito la solita battuta vagamente allusiva «va beh, lo sai che vado ad Amsterdam a vedere i musei! Ahahahaah», con sghignazzata annessa?

Sorvolando sul discutibile humor del buontempone di turno, non starò qui a scrivere i soliti papielli su Amsterdam, sui zuoccoli olandesi e il distretto a luci rosse dei rattusi. Stavolta vi racconterò di una tipica giornata olandese durante il soggiorno a Casa di Tonino, situata nel pieno centro della “Venezia del Nord”. Dopo il risveglio e una colazione in qualche bakery olandese – tra arcobalen macaron e muffin di qualsivoglia gusto, cornetti vuoti o pieni e poffertjes con zucchero a velo – l’imperativo categorico è uno solo: noleggiare una bici da passeggio modello vecchiarella. Una volta saltati in sella e aver sperimentato il freno a contropedale (si spera in maniera indenne e senza cadute a capa ‘nterra), sarete pronti a scorrazzare in lungo e in largo per la città. All’inizio vi sembrerà che ad Amsterdam circolino più bici che in tutto il resto dell’universo, ma dopo un’oretta di pedalate tra i ponticelli sui canali del fiume Amstel, i “sali e scendi” e le onnipresenti piste ciclabili, avrete appreso tutte le basi sul non mettere sotto nessuno.

Amsterdam

Facendovi largo a suon di scampanellate – non troppe ché gli olandesi non sono abituati – e gironzolando per le straducole a sdrucciolo dei quartieri variopinti dai tanti negozi, arriverete nella zona zen amsterdamiana, Vondelpark: un parco progettato secondo lo stile inglese, immerso completamente nella natura, dove stravaccarvi sui prati in riva ai laghetti a sorseggiare birra e fare attenzione che non vi salga qualche papariello o airone addosso.

In alternativa potreste andare a Westernpark, decisamente più animato, dove la gran parte dei ragazzi in costume starà facendo il bagno in qualche fontana o fiume e starà allestendo un barbecue. L’essenziale è godersi l’atmosfera di rilassamento che trasuda da ogni cespo d’erba. Dopo la pennichella vi risveglierete non curanti del tempo trascorso, perché lì le ore si dilatano e il sole tramonta tardi. È tempo di rimettersi in marcia verso Museumplein, l’enorme piazza dei musei Rijksmuseum, Van Gogh Museum e Stedelijk Museum, dove ammirare capolavori pittorici come “La lattaia” di Vermeer, “La ronda di notte” di Rembrandt e alcuni tra i più famosi quadri di Van Gogh (anche se la “Notte Stellata” si trova al MoMA di New York, ma potreste sempre prenotare un volo dopo questo soggiorno, poi deciderete).

Amsterdam

Amsterdam

Il tour delle pedalate vi porterà leggermente fuori città e la tappa successiva sarà il birrificio Brouwerij ‘t IJ dove potrete assaggiare una delle migliori bionde artigianali di Amsterdam, sotto l’ombra del mulino a vento De Gooyer che svetterà sulle vostre teste piegate all’indietro intente a svuotare il boccale stretto nella mano.

Il sole tramonta e nella città le luci si accendono, specialmente quelle rosse del distretto più famoso. Tutto si tinge di un rosso vermiglio in cui circolano le due ruote degli altri ciclisti. È uno sciamare meno chiassoso del mattino, ma è calma apparente: le strade si ripopoleranno a breve.

Lì, davanti a voi che sgambate in bicicletta, un nugolo di turisti cerca di organizzare la serata per un amico che è prossimo alle nozze, pensando di regalargli un addio al celibato memorabile. Premete i pedali all’indietro e, decelerando, vi appoggiate alla ringhiera che dà sul fiume, costeggiato da due strade laterali. Il gruppo degli amici si allontana ridacchiando su quello che sarà.

Il vostro sguardo rilassato si poserà sull’ipnotico fiaccolare delle luci nell’acqua del canale. Poco dopo noterete un flyer attaccato alla cannula di ferro della ringhiera: c’è una festa rockabilly in un locale di periferia. Ci fate un pensiero e ritornate a quel baluginìo di luci nell’acqua increspata.

Piede in avanti e spinta sul pedale: è tempo di ritornare a Casa di Tonino ché la notte è appena cominciata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *